You are here

Back to top
10.07

2019

L'assessore all'istruzione Colombo alle Merici

"IMPORTANTE AVVICINARE I RAGAZZI ALLA REALTÀ DEL MONDO"

L'assessore del Comune di Desenzano Annalisa Colombo alle scuole Merici

L’assessore all’istruzione ed alle politiche sociali del Comune di Desenzano Annalisa Colombo (nella foto) ha fatto visita nei giorni scorsi alla mostra della nostra scuola “Chiamare tutto per nome”. Un importante riconoscimento per la scuola Angela Merici, per tutto il corpo docenti e per i bambini della scuola dell’infanzia e della primaria, che hanno lavorato a lungo e con grande impegno per riuscire a realizzare la mostra che illustrava i sette giorni della Creazione attraverso un percorso molto particolare, creato nel corso di sette giorni senza zaino, in cui i bambini hanno potuto mettere in pratica, ognuno secondo il proprio livello di preparazione, le proprie conoscenze.
“Un’iniziativa davvero interessante, piuttosto unica nel suo genere: la mostra che mi ha lasciata veramente senza parole. Ho potuto vedere come ogni bambino abbia interpretato ogni giorno della Creazione in maniera diversa. Come sempre i ragazzini sono molto creativi e cercare di imparare attraverso la realtà offre dei grandi vantaggi.  Ho apprezzato tutti i giorni della Creazione ed anche il lavoro fatto dai più piccoli dell’infanzia. Si percepisce il grande senso di coinvolgimento dei bambini in questo lavoro fatto di parole, colori, immagini, creazioni”.
L’assessore Annalisa Colombo sottolinea come sia importante per i ragazzi “aprirsi al mondo”. E poter lavorare insieme, confrontandosi e imparando gli uni dagli altri permette di crescere ed imparare, arricchendosi. Condividere ciò che si è appreso con chi ci è vicino permettendo ai genitori di poter vedere ciò che i ragazzi hanno realizzato diventa allora ancora più importante. Per questo l’assessore auspica, grazie alla collaborazione con le scuole, di dare ancora più visibilità ed importanza a ciò che “le scuole creano, producono e realizzano attraverso laboratori, progetti, mostre. Dobbiamo tutti lavorare con l’obiettivo di far crescere i nostri ragazzi, dando loro tutti gli strumenti perché possano spiegare le ali e volare, sono loro il nostro futuro”.