You are here

Back to top

Sezione Primavera

icona-orologio.pngORARIO › 8:20 – 16:00

scuola primavera
 
Con chi e dove
 
  • checkboxL'attività educativa si svolge in gruppo di massimo quindici bambini dai 24 ai 36 mesi alla presenza di due insegnanti e personale ausiliario in assistenza per l'igiene e la distribuzione di merenda e pranzo e per la sorveglianza durante il sonno pomeridiano.
  • checkboxLa specificità della Sezione Primavera è quella di essere un servizio istituzionale non obbligatorio in quanto integrato nei servizi dedicati alla prima infanzia (0-3), nato dal libero desiderio di rispondere ad un bisogno emergente nel tempo: il sostegno educativo per la famiglia. Questo rende ancor più evidente come l’interlocutore primario sia la famiglia. Con essa quindi si  vuole realizzare una continuità reale tra scuola e famiglie fatta di dialogo costante, aperto, paziente e leale.
  • checkboxLe insegnanti attraverso un approccio relazionale individualizzato e affettivo accompagnano il bambino, in stretto rapporto con i suoi genitori, in questa delicata fase in cui si affaccia alle sue prime esperienze extrafamiliari e lo guidano progressivamente nel suo ingresso nel modo dei “pari”. L’attività è organizzata in un grande spazio luminoso dove sia possibile sia l’attività individuale che quella di gruppo, sia quella di movimento che quella al tavolo. Molte attrezzature consentono l’attività di gioco simbolico.

 

scuola primavera
 
L'offerta formativa
 
  • checkboxL’ampio spazio - sia interno che esterno - a disposizione del piccolo gruppo, consente una lo svolgimento di numerose attività didattiche: attività pittoriche, di manipolazione, di gioco, di utilizzo creativo di materiale povero di uso comune (riso, farine, schiuma…). Importante anche l’osservazione della natura: attraverso uscite mensili, i piccoli vengono condotti alla scoperta della realtà agricola locale. Infine particolare attenzione è dedicata alla cura e all’igiene del bambino ed alla sua alimentazione.  
  • checkboxIl gruppo di questi piccolissimi condivide parte dei ritmi dei compagni di 3 anni: il momento del pranzo e del sonno sono vissuti insieme perché le necessità “fisiche” di questa fascia della primissima infanzia sono omogenee. Questa convivenza costituisce un primo naturale approccio con la più ampia comunità della scuola dell’infanzia.
  • checkboxIn questa primissima fascia d’età, la ricettività dei bambini ad apprendere con facilità codici linguistici diversi è innata. Per questo in alcuni giorni della settimana un’insegnante di madrelingua INGLESE accompagna i bambini nelle attività quotidiane ed in modo semplice, divertente e naturale, proponendo un approccio ludico alla lingua. Altri elementi qualificanti dell’offerta sono il laboratorio di psicomotricità e quello di musica, guidati da personale qualificato. Infine, grazie alla collaborazione con il Comune di Desenzano e le piscine Comunali, i bambini  partecipano ad un corso di approccio all’acquaticità, sempre accompagnati dalle proprie insegnanti. 

 

scuola primavera
 
Il percorso
 
  • checkboxLa caratteristica naturale del bambini è quella di conoscere la realtà, le cose fin nel loro significato profondo. Il metodo che consente tale conoscenza parte innanzitutto dal fatto di sentirsi accolti da un adulto, guardati come “bene” dalla maestra, dallo scoprire anche a scuola un’attenzione particolare verso di sé. "Tu sei unico e irripetibile, sei un  bene per me". Nel sentirsi importante e amato il bambino si apre a seguire il percorso di conoscenza che la maestra gli offre. 
  • checkboxLe insegnanti propongono ai bambini un ambiente ordinato e affettivo. I tempi di ciascuno sono rispettati e guidati con pazienza. La progettualità educativa è flessibile e considera educativo tutto il tempo scolastico, il gioco e il “fare “ occasioni primarie per la vita scolastica. 
  • checkboxParticolare valore riveste nel percorso formativo l’organizzazione del tempo scuola: accoglienza, routine, momenti individualizzati, momenti di intersezione, ecc.;    l’esperienza semplice e concreta attraverso la quale la maestra accompagna il bambino ad una consapevolezza del proprio corpo, lo aiuta nella relazione con gli altri, e ad ampliare la propria autonomia e  la grande attenzione all’imprevisto quale grande occasione educativa.

Scuola dell'Infanzia

icona-orologio.pngORARIO › 8:20 – 16:00

scuola infanzia
 
Con chi e dove
 
  • checkboxLa scuola riconosce la famiglia come primo soggetto responsabile dell’educazione del bambino. Ad essa viene riconosciuto un ampio spazio di ascolto, dialogo, confronto sia da parte delle insegnanti che da parte della Direzione scolastica e dell’Ente Gestore della Scuola. 
  • checkboxL’attività si svolge in tre sezioni - FIORI: azzurro, giallo, rosso. Il gruppo ha una propria insegnante di riferimento per tutta giornata.  Durante alcune fasce orarie il gruppo si divide per età e, insieme ad una quarta insegnante, è impegnato in diversi laboratori guidati anche da figure di esperti: musica, psicomotricità, lingua inglese con insegnante di madrelingua. 
  • checkboxLe insegnanti, tutte abilitate e ricchissime di esperienza, in unità fra loro e con il Coordinatore didattico, costituiscono la grande risorsa della proposta educativa della scuola. L’atteggiamento accogliente e attento alla famiglia, l’osservazione puntuale di ogni singolo bambino, rendono la proposta didattica elastica, costantemente adatta ed adattata alle esigenze emergenti nella sezione. 
  • checkboxLe tre sezioni sono molto luminose ed attrezzate con “angoli” per le diverse attività (gioco simbolico, angolo del morbido, angolo per la lettura, tavolo di lavoro comune, spazio per il travestimento…) 
  • checkboxLe attività si svolgono, oltre che nelle sezioni di riferimento, anche all’interno della palestra della scuola (laboratorio di psicomotricità, giochi ed incontri). In giardino esiste un’area attrezzata esclusiva allestita per la scuola dell’infanzia dove le insegnanti accompagnano i bambini nel gioco e li guidano (anche per imparare ad andare in bicicletta!). I piccoli dei tre anni condividono con la sezione primavera lo spazio del sonno e la mensa.

 

 

scuola infanzia
 
Offerta formativa
 
  • checkboxIl ritmo delle attività si articola nel gioco, nell’utilizzo del corpo (sensorialità e linguaggi), nell’osservazione e la trasformazione della realtà, attraverso l’immaginazione e l’intuizione, la narrazione, l’introduzione del codice simbolico
  • checkboxInteresse emergente ed elemento qualificante della scuola dell’infanzia “A.Merici” rivolto a tutti i bambini (2-5 anni) è la presenza competente di un’insegnante madrelingua che cura un  percorso di approccio alla lingua INGLESE, inserito nella quotidianità della vita scolastica. 
  • checkboxLa scuola dell’infanzia cura con particolare attenzione il coordinamento motorio. Settimanalmente è organizzato un laboratorio di psicomotricità che consente di mettere in moto contemporaneamente corpo, emozioni e pensieri in maniera fluida. Il bambino è così posto nella condizione di sviluppare una consapevolezza del proprio corpo in relazione all'altro e all'uso degli oggetti. 
  • checkboxIl valore dell’osservazione della realtà è sicuramente il cardine dell’esperienza educativa. L’osservazione in aula, ma ancor più “sul campo” sono sicuramente una caratteristica originale della nostra scuola. La visita mensile dei bambini della scuola dell’infanzia a realtà agricole, allevamenti, attività artigianali e professionali del territorio, fa parte ormai stabile del nostro modo di “far scuola”.
  • checkboxUn linguaggio ritmico-musicale  è particolarmente stimolante per i bambini. Fa parte dell’offerta formativa un laboratorio musicale in cui Il bambino, guidato da uno specialista, si avvicina alla musica “facendola”, usando mezzi da lui conosciuti (mani, voce, strumentario Orff)  e viene incoraggiato a trovare un nuovo accesso ad esperienze musicali, sollecitando anche la propria fantasia.  
scuola infanzia
 
Il percorso
 
  • checkboxLa proposta educativa parte dal riconoscimento dell’unicità del singolo bambino. Tale sguardo positivo ed affettivo è premessa indispensabile al suo aprirsi alla realtà. Il percorso formativo si plasma in un ambiente accogliente e ricco di esperienza di vita che vuole promuovere lo sviluppo della caratteristica naturale e oggettiva del bambino: la sua domanda di conoscere la realtà e le cose fin nel loro significato più profondo
  • checkboxResponsabilità dell’insegnante è quella di sollecitare sempre la curiosità del bambino ed il suo stupore creando situazioni che possono provocare il gusto del vivere sperimentando e mantenendo alta la motivazione ad apprendere. Il bambino, attraverso l’esperienza personale con la maestra, può crescere e accorgersi, con piacere, di essere diventato grande.
  • checkboxNel percorso della scuola dell’Infanzia l’ordine ed il ritmo delle attività quotidiane (accoglienza, gioco, attività espressive e creative, narrazione ed ascolto, igiene personale, pranzo, sonno…) portano i bambini con naturalezza all’acquisizione del senso del tempo e delle priorità
  • checkboxNella scuola, ai bambini (ma anche ai genitori) vengono proposti  incontri  con persone umanamente significative: genitori e nonni, artisti e professionisti, sacerdoti e missionari laici. Adulti che raccontano con semplicità il bello del vivere e lo testimoniano a grandi e piccoli con passione. L’Incontro con l’altro, infatti, è una delle più semplici occasioni di educazione e di apertura al significato profondo della VITA.

 

Scuola dell'Infanzia

Piano Triennale dell'offerta formativa (2016-17, 2017-18, 2018-19)

Scuola Primaria

icona-orologio.pngORARIO › 8:00 – 13:00

ORE SETTIMANALI ›
trenta-circle.png
da SETTEMBRE a GENNAIO
da lunedì a sabato compreso
venticinque-circle.png
da FEBBRAIO a GIUGNO
da lunedì a venerdì, sabato escluso
scuola primaria
 
Con chi e dove
 
  • checkboxLa scuola ha un’unica sezione dalla 1ª alla 5ª classe. Per ogni classe è prevista un’insegnante di riferimento che svolge 24 ore sulla media delle 27 settimanali. Tale scelta didattica ha importanti motivazioni legate alla particolare fase di sviluppo dei bambini. L’età dei bambini richiede che il metodo d’insegnamento sia unico per favorire l’apprendimento ed il superamento delle difficoltà. È necessario che la maestra possa gestire la didattica con flessibilità andando incontro alle reali esigenze della classe ma anche dei singoli bambini. L’elevato numero di ore a disposizione di una sola maestra la rende di fatto una tutor in grado di condividere nei consigli di classe i punti di vista degli altri insegnanti e mantenere una impostazione educativa unitaria. Inoltre avere una maestra di riferimento permette un rapporto più chiaro e semplice con le famiglie.
  • checkboxCollaborano con quest’insegnante prevalente: un’insegnante di lingua inglese e una insegnante di madrelingua (per un totale di 2 ore settimanali nel primo ciclo e 3 ore nel secondo ciclo), una insegnante di educazione motoria, un’insegnante di tecnologia, un’insegnate di geografia. Per personalizzare meglio l’apprendimento degli alunni sono previste ore di compresenza e ore di recupero-potenziamento pomeridiano.
  • checkboxLe cinque aule, più il laboratorio d’informatica,  sono tutte dotate di lavagna multimediale per favorire un approccio utile e creativo con gli strumenti informatici. La scuola è fornita di un'ampia palestra, di una sala mensa (per color che frequentano il servizio di doposcuola)  di ampio giardino con campo di calcio, campo di pallavolo e area gioco-relax. Inoltre, in orario d’ingresso e uscita dei bambini, i genitori muniti di apposito pass, possono utilizzare gratuitamente del parcheggio comunale antistante.

 

scuola primaria
 
Offerta formativa
 
  • checkboxLa conoscenza avviene sempre attraverso una reciprocità, cioè all’interno di un rapporto significativo con l’adulto attraverso il quale il bambino si accorge della realtà che ha intorno e diventa curioso, si accorge di sé  e scopre che le sue domande possono trovare una risposta esauriente. Non si vuole incrementare solo la curiosità ma abituare ad un lavoro di sperimentazione del mondo, della bellezza della realtà, dell’armonia della natura, dei linguaggi e dell’opera dell’uomo.
  • checkboxL’insegnante propone i contenuti  “elementari” ovvero ciò che è fondante, essenziale. La scuola nel tempo ha identificato cosa è importante che un bambino impari perché sia garantito il suo sviluppo. Elementare è anche il metodo: la scuola parte da ciò che il bambino già conosce e sa fare, privilegiando nell’approccio al reale, ciò che è sensibile, percettivo, concreto.
  • checkboxLe prime discipline su cui si lavora sono ITALIANO, MATEMATICA  e SCIENZE, perché sono le più vicine all’esperienza del bambino e consapevolmente già usate. Tra gli apprendimenti a cui la scuola guarda con particolare attenzione c’è quello della LINGUA INGLESE. La scuola lavora costantemente con la presenza di una insegnante di MADRELINGUA in nuclei di massimo 15 alunni.
  • checkboxIl movimento, il disegno, la musica ed il canto appartengono all’esperienza naturale del bambino. Queste discipline vengono in parte affidate a specialisti appassionati al loro lavoro: musicisti, pittori, attori, sportivi che attraverso la loro competenza sono in grado di comunicare la bellezza dei diversi linguaggi specifici. 
  • checkboxLA RELIGIONE affronta il problema del rapporto tra l’uomo e il suo destino, partendo dalle domande fondamentali che costituiscono il cuore dell’uomo: “Chi sono? Da dove vengo? Che senso ha la mia vita?”. Tutto può diventare occasione di esperienza religiosa.

 

scuola primaria
 
Il percorso
 
  • checkboxIl percorso educativo è caratterizzato dalla costante ricerca del senso delle proposte didattiche offerte che coinvolgono bambini (a volte anche i genitori) in una sperimentazione diretta. La relazione tra maestro ed alunno è improntata alla pazienza, valorizzando ogni sforzo e correggendo con magnanimità. Contemporaneamente, all'interno di questo rapporto, il bambino è spronato a dare il meglio nel lavoro e nella condivisione con i compagni.
  • checkboxGrande attenzione al tema della VALUTAZIONE. Valutare significa attribuire valore ovvero valorizzare le mete raggiunte, accompagnare i bambini a riconoscere ed attribuire valore a momenti, fatti, contenuti e ragioni, del cammino educativo e didattico  intrapreso. Così anche l’errore può divenire una risorsa. I bambini vengono condotti a riconoscere i propri punti di forza e debolezza, ad arrivare ad auto-correggersi. Tutto ciò in uno stretto rapporto con la famiglia, riconosciuta come fondamentale protagonista dell’educazione.
  • checkboxNella scuola, ai bambini (ed ai genitori) vengono proposti  incontri  con persone umanamente significative: adulti che raccontano con semplicità il bello del vivere e lo testimoniano a grandi e piccoli con passione. L’incontro con l’altro, infatti, è una delle più semplici occasioni di educazione e di apertura al significato profondo della VITA. Nel programma annuale: gitete didattiche, laboratori, incontri, gesti di approfondimento della nostra tradizione religiosa e di carità verso i più poveri, spettacoli, feste e molto altro. (Per approfondire questo argomento vai al Ptof).
  • checkboxLa nostra scuola accoglie bambini con disabilità, risorsa educativa per la classe e la scuola tutta, accompagnandoli, in collaborazione alla propria famiglia, nel loro percorso formativo. A tal fine chiede a tutti i protagonisti coinvolti le necessarie risorse a tale inserimento.
 
Scuola Primaria

Piano Triennale dell'offerta formativa (2016-17, 2017-18, 2018-19)